Home / Attrezzatura / 19 consigli + 1 per il climber principiante. Parte 1.

19 consigli + 1 per il climber principiante. Parte 1.

Consigli

Photo by Ben White on UnsplashPer il climber principiante in rete si trova di tutto, articoli di blog, riviste, forum, post e chat di Instagram e di Facebook. Ognuno di questi canali è in grado di fornire più informazioni di quelle che probabilmente siamo in grado di recepire.

Certo è che non sempre le informazioni trovate corrispondono alla verità. O magari alla verità per noi.

In questo articolo voglio condividere con voi 19 consigli + 1 per il climber principiante, così come vorrei che fossero stati dati a me giusto qualche mese fa.

1. Acquista l’attrezzatura giusta, affitta il resto.

La prima domanda da farsi è questa: che tipo di arrampicata voglio fare? bouldering o falesia?

Le altre specialità non vengono normalmente prese in considerazione da un climber principiante, quindi mi concentrerò su queste due tipologie di arrampicata, con qualche differenza tra la pratica indoor e outdoor.

Iniziamo con l’attrezzatura polivalente: questa attrezzatura ti servirà sempre e comunque.

  • Scarpette da arrampicata: tutte le strutture indoor affittano scarpette. Il mio consiglio è quello di affittarle per le prime 2 o 3 volte. Datti il tempo per capire se l’arrampicata fa per te. In seguito acquista un modello base, che ti stia comodo e che potrai utilizzare nei primi mesi. Evita modelli top di gamma, molto specifici, più costosi e difficili da capire per un principiante. Anche i piloti di formula 1 iniziano la loro carriera con i go-kart.
  • Sacchetto magnesite: non starai davvero pensando di poterlo affittare? acquistalo senza paura, tanto non sarà sicuramente quello definitivo. Probabilmente lo dimenticherai in palestra, o in falesia. Ces’t la vie.
  • Magnesite: per il climber principiante la magnesite è più importante dell’ossigeno. Comprane tanta, ma tanta. Non scade e la finirai in men che non si dica. Scherzi a parte, la magnesite è importante ma va usata con parsimonia, specie se hai l’animo green; hai idea da dove viene la magnesite? te ne parlerò.
scarpette arrampicata e magnesite
scarpette arrampicata e magnesite

Se pratichi boulder indoor la lista della spesa è finita. Ma nel caso in cui volessi arrampicare all’aria aperta dovrai procurarti anche un crash pad. Questa potrebbe essere la nota più dolente, ma non vuoi cadere su sassi e radici, vero? a proposito, ha già letto questo articolo? Boulder: come cadere senza farsi male.

Se invece la tua passione è la corda, oltre agli articoli citati sopra ti serviranno anche:

  • Imbrago: come consigliavo per le scarpette, puoi noleggiare l’imbrago in palestra per le prime 2 o 3 arrampicate. Successivamente acquistane uno di buona qualità. Il costo è contenuto e può durare anche 10 anni.
  • Assicuratore: ne esistono di diversi tipi, quello che mi sento di consigliarti è di non risparmiare sull’assicuratore e di acquistarne uno autobloccante. In alcune palestre è obbligatorio l’utilizzo degli autobloccanti e tra le mani di un climber principiante è infinitamente più sicuro di un assicuratore a secchiello.
  • Corda: non acquistarne una a caso. Ci sono diversi fattori che devi prendere in considerazione prima dell’acquisto della corda: tipo, lunghezza e diametro sono quelli principali. Recati in un negozio specializzato, e sottolineo specializzato, e fatti consigliare da loro in base alle tue esigenze.

Infine, se come me inizierai la tua avventura arrampicatoria per le falesie che circondano la tua città, avrai bisogno di qualche altro aggeggio:

  • Rinvii: acquistane almeno una dozzina, nuovi e tutti uguali. 12 rinvii ti permetteranno di arrivare a catena nel 90% delle falesie di incontrerai nelle tue escursioni. Il fatto che siano nuovi ti garantirà sulla qualità e l’integrità del rinvio, e quindi sulla tua sicurezza. Consiglio al climber principiante di acquistare rinvii tutti uguali per facilitare il procedimento di assicurazione allo spit. In questo modo si riduce il rischio di appendere il rinvio al contrario. Nel peggiore dei casi li appenderai tutti sbagliati. Va beh, sorvoliamo.
  • Caschetto: si lo so, fa un pò sfigato arrampicare con quel coso in testa. Ma con la sicurezza non si scherza. La caduta di qualche sasso più o meno grande è sempre possibile, ma non solo; a volte la ghisa e la distrazione fanno brutti scherzi. Mi è capitato anche di essere sfiorato da un rinvio caduto ad un ragazzo che stava aprendo la via accanto a quella dove io stavo facendo sicura al mio partner.

Come vedi la lista è abbastanza lunga ma già lo sappiamo, la tua voglia di spendere crescerà in maniera proporzionale alla tua passione per l’arrampicata.

2. Evita di acquistare materiale di cui non hai bisogno.

Quando la passione cresce è facile farsi trasportare dall’entusiasmo e lasciarsi trasportare dalla voglia di acquistare qualsiasi cosa. Spesso nella mente del climber principiante c’è qualcosa che lo spinge a compensare la sua incapacità di arrampicare con l’acquisto di altro materiale. E’ una storia vera.

Attrezzatura arrampicata trad
Photo by Tommy Lisbin on Unsplash

Questo è l’elenco dell’attrezzatura che probabilmente non ti servirà:

Trave: sono strumenti essenziali per aumentare la forza delle dita, ma anche per gli addominali e la parte superiore del corpo. Tuttavia possono essere addirittura controproducenti per un climber principiante. Il rischio di infortunio è alto.

Scarpe da avvicinamento: belle, bellissime, utili. Ma magari per iniziare puoi sfruttare i vecchi scarponi da montagna? non voglio essere frainteso. Se arrampichi outdoor e le falesie che frequenti hanno un avvicinamento impegnativo non indossare un paio di sneakers. Se proprio non hai altre soluzioni acquista un bel paio di scarpette da avvicinamento.

Lampada frontale: utile per arrampicare in notturna. Non mi dilungo oltre.

Abbigliamento specifico: dall’intimo alle camicie, il mercato offre infinite soluzioni. Molte sono valide e tecnicamente perfette per l’arrampicata e il boulder, sopratutto outdoor. Te ne consiglio sicuramente l’acquisto ma non nei primi mesi di arrampicata.

Attrezzatura trad: dadi e friends sono spettacolari da guardare, sono stato tentato più volte di utilizzarli come addobbi per l’albero di Natale. Ma prima di acquistarli avrai bisogno di imparare ad arrampicare in falesia e di frequentare un corso per vie multipitch.

3. Il terzo consiglio

Se sei curioso di conoscere gli altri consigli continua a seguire il blog. Tra pochi giorni pubblicherò la seconda parte dell’articolo.

A presto!

19 consigli + 1 per il climber principiante. Parte 2.

 

Condividi

Check Also

Come tenere le svase. Mano aperta

Come tenere le svase

Maledette Svase! Se anche tu ti stai chiedendo come tenere le svase, benvenuto nel club! …

Arrampicata: Josh Lowy Angel Lancio Photo By Eric Chung

Arrampicata e boulder: cos’è un lancio e come eseguirlo.

Il lancio è una tecnica di arrampicata che oltreoceano chiamano “dyno”. Viene utilizzata più frequentemente …

Scegliere il tipo o forma delle scarpette da arrampicata

Come scegliere le scarpette da arrampicata: consigli

Scegliere le prime scarpette da arrampicata è un momento emozionante per ogni arrampicatore. La ricerca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *