Home / Allenamento / Come prendersi cura dei calli: istruzioni per climbers.

Come prendersi cura dei calli: istruzioni per climbers.

Oggi vedremo come prendersi cura dei calli. All’inizio pensavo che fosse una cosa da femminucce, ma ho scoperto che è fondamentale prendersi cura dei calli per evitare che si strappino e di perdere preziose giornate di arrampicata.

I calli sono una parte importantissima per te e la tua arrampicata. E sono pronto a scommettere che anche tu non mostri ai tuoi calli il rispetto che si meritano! Mantenerli levigati e duri ti farà arrampicare meglio ed eviterà spiacevoli “infortuni”.

cura dei calli arrampicata
Photo by Tommy Lisbin on Unsplash

Visto che sono così importanti per noi, ho scritto questo articolo per spiegare come prendersi cura dei calli per l’arrampicata.

Una dovuta premessa

Prima di entrare a pieno nell’argomento dell’articolo voglio far presente una cosa. Non esiste un metodo universalmente corretto per prendersi cura dei propri calli. Ognuno di noi è diverso dall’altro e la pelle non fa eccezione. Per questo motivo, ogni metodo per prendersi cura dei calli può funzionare per qualcuno ed essere inutile per un’altro.

Ciò che vedremo tra poco sono 5 strategie per la cura della pelle. Prova ogni metodo. Osservane i risultati su di te. Ripeti ciò che hai gradito e lascia perdere ciò che è stato inutile.

ci siamo? bene. Andiamo avanti..

Come prendersi cura dei calli ed evitare piaghe.

Quando ho iniziato a fare ricerche su questo argomento, pensavo di scrivere un articolo su come eliminare i calli. Presto però ho capito che eliminare i calli sarebbe stata una brutta idea. Perchè? perchè noi climbers non vogliamo fare a meno dei nostri calli. Piuttosto vogliamo imparare a curarli in modo che la nostra pelle resti forte e si strappi meno di frequente.

Vogliamo nutrire amorevolmente i nostri calli. Osservarli mentre crescono, si diplomano e mettono su famiglia. Tutto ciò è possibile, ed è anche abbastanza facile. Andiamo a vedere 5 tecniche con le quali possiamo prenderci cura dei calli  in modo che restino forti e integri.

1. Lavati le mani dopo aver arrampicato

lavarsi le mani
Photo by Kelly Sikkema on Unsplash

Magnesite, polvere, terra, tutto questo e molto altro finisce sulle nostre mani mentre arrampichiamo. Tutti questi elementi insieme possono seccare e talvolta irritare la pelle. La prima cosa da fare per prendersi cura dei calli è lavarsi le mani con sapone e acqua fredda dopo aver arrampicato.

E non dimenticarti che lavandoti le mani dopo aver arrampicato ridurrai la quantità di magnesite che si accumulerà all’interno della tua auto. E tu sai che nella tua auto c’è già troppa magnesite. Dai retta a me.

2. Idrata la pelle prima di andare a dormire

La pelle idratata ha meno probabilità di rompersi e staccarsi rispetto alla pelle secca. Uno dei modi migliori per tenere la pelle idrata è applicare una crema o un olio specifico per l’arrampicata. Dico “o” perchè siccome siamo unici, potresti trovarti meglio con uno o con l’altro prodotto. Per sapere qual’è meglio per te li devi provare entrambi.

Alcuni prodotti sono fatti per eliminare o ridurre i calli, e sono più indicati per quel tipo di pelle che tende a produrre molta pelle in eccesso. Applica il prodotto sulle mani prima di andare a letto e lascia che la pelle si rigeneri mentre dormi. Per evitare di sporcare lenzuola e qualsiasi altra cosa puoi scocciare le dita con l’apposito tape.

Sperimentate pure altre soluzioni se volete. Io consiglio di utilizzare i prodotti prima di andare a dormire solo per comodità. Provate ad usarli mentre guidate, cucinate, fate l’uncinetto… Conosco alcuni climbers che usano le creme dopo l’allenamento. Potrebbe essere una buona idea.

3. Leviga i tuoi calli

pietra pomice
pietra pomice

I calli si strappano quando restano aggrappati alle prese. E ciò è più facile che accada se il callo sporge molto. Potrai perciò ridurre al minimo il rischio di vedere i tuoi calli staccarsi dalle mani mantenendoli allo stesso livello del resto della pelle.

Fare ciò è estremamente semplice. Avrai bisogno di una pietra pomice o di carta vetrata fine. Quando vedrai che il callo inizia a sporgere, levigalo quanto basta. Assicurati di non farti prendere la mano o li rimuoverai completamente. Leviga semplicemente fino a che non avranno lo stesso livello della pelle circostante.

A qualcuno piace fare questa operazione sotto la doccia, perché (dicono) l’acqua rende la cosa più facile. Provate e fatemi sapere se anche per voi è così. Io non mi ci trovo.

Infine, ti capiterà sicuramente di sentire i tuoi calli a rischio proprio nel bel mezzo di un allenamento. Non aver paura o vergogna. Se noti che un callo sta sporgendo un pò troppo, non aspettare di essere a casa, livigalo subito. In questo modo eviterai brutte sorprese.

4. Prova diversi tipi di magnesite

A volte il problema può essere dato dalla magnesite. Alcuni tipi di magnesite sono additivati con sostanze che seccano la pelle. Sono studiate per climbers con mani che sudano molto. Ma se le tue mani non sudano così tanto, quella magnesite potrebbe non fare al caso tuo. Controlla bene se la magnesite che stai usando è adatta al tuo tipo di pelle. Se pensi che possa peggiorare la situazione dei tuoi calli, prova con un tipo diverso.

5. Evita l’esposizione all’acqua calda

Photo by bruce mars on Unsplash
Photo by bruce mars on Unsplash

Hai mai notato dopo un bel bagno o una doccia calda che i calli iniziano a esfoliarsi? La prolungata esposizione all’acqua calda ammorbidisce i calli e causa la perdita di quello strato duro che hai creato così duramente. Quindi, se sei veramente sul pezzo e vuoi mantenere i tuoi calli in splendida forma, limita il tempo di esposizione all’acqua calda. Personalmente trovo molto più gradevole l’acqua fredda sulle mani piuttosto che quella calda.. ma capisco che qualcuno possa preferire il contrario. Ad ogni modo, se vuoi preservare la salute dei tuoi calli, fai docce più brevi e usa guanti di gomma quando lavi i piatti. O se preferisci fai la doccia e lava i piatti con l’acqua fredda.

Come rattoppare un callo strappato in 6 semplici mosse.

Fino ad ora abbiamo visto come prevenire il danno. Ora vediamo come riparare il danno nel malaugurato caso che capiti.

Se ti si strappa un callo ci sono 6 semplici passi da seguire per rattopparti a dovere:

  1. Smetti di arrampicare. tranquillo, sto parlando di smettere di arrampicare per pochi minuti, mica per tutta la vita. via quella smorfia dalla faccia!
  2. Pulisci la ferita. acqua fredda e sapone andranno benissimo. L’obiettivo è rimuovere polvere, magnesite e tutto lo sporco che avrai sulle mani.
  3. Rimuovi completamente la pelle sollevata. Una volta che la pelle si stacca sarà difficile rimetterla in posizione e sperare che si riattacchi. ma puoi sempre provare. Io preferisco tagliare e rifarmi un callo tutto nuovo.
  4. Applica una crema antibiotica. Dai, questo punto non è difficile. Non devo spiegare oltre, vero?
  5. Benda. Usa preferibilmente delle garze sterili, e non pensare troppo ai bei momenti che passerai quando dovrai rimuoverle più tardi.
  6. Copri tutto con il tape. Se vuoi continuare ad arrampicare avvolgi il tutto con il solito tape, assicurandoti di poter comunque piegare almeno un pò le dita.

A questo punto il tuo callo è stato rattoppato. So che è inutile dirtelo ma sarebbe comunque meglio non arrampicare con la mano in queste condizioni. Ma so già come andrà a finire. Buona arrampicata, Alè Duro!

Condividi

Check Also

Come tenere le svase. Mano aperta

Come tenere le svase

Maledette Svase! Se anche tu ti stai chiedendo come tenere le svase, benvenuto nel club! …

Arrampicata: Josh Lowy Angel Lancio Photo By Eric Chung

Arrampicata e boulder: cos’è un lancio e come eseguirlo.

Il lancio è una tecnica di arrampicata che oltreoceano chiamano “dyno”. Viene utilizzata più frequentemente …

Scegliere il tipo o forma delle scarpette da arrampicata

Come scegliere le scarpette da arrampicata: consigli

Scegliere le prime scarpette da arrampicata è un momento emozionante per ogni arrampicatore. La ricerca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *