Home / Arrampicata sportiva / Comparazione dei gradi di difficoltà nell’arrampicata sportiva

Comparazione dei gradi di difficoltà nell’arrampicata sportiva

Nell’arrampicata sportiva esistono 3 approcci ai gradi di difficoltà:

  1. Il finto disinteressato: “non mi importa di che grado sia la via, mi godo la scalata e basta”
  2. L’invasato: “faccio solo i 5c, devo assolutamente arrivare al 6a, tu che grado fai? e tu? che grado è questa via? solo 6a? ma è un 6a difficile vero?”
  3. Il sano di mente: “bene programmiamo la settimana: oggi mi scaldo bene su un paio di 5c, poi continuerò a lavorarmi il mio nuovo progetto di 6b. Forse ho capito come superare quel passaggio dopo il terzo spit. Lunedì farò le ripetute su dei 6a”

Come puoi immaginare il 3° è l’approccio migliore. I gradi servono proprio come punto di riferimento. Quei numeri e quelle lettere sono fondamentali per organizzare l’allenamento o per decidere quale nuova via provare in una falesia sconosciuta. Se i gradi diventano un’ossessione perderai tutto il divertimento e probabilmente anche qualche amicizia. Non trattenere però l’ambizione e la voglia di migliorare: a tutti piacciono le sfide, e la sfida contro se stessi è la più sana che esiste.

Ecco cosa devi sapere per poter capire i gradi e saperti orientare in falesia e in palestra.

Cosa sono i gradi nell’arrampicata

Gradi arrampicata sportiva

Entri in palestra e vedi queste targhette o nastri adesivi che riportano strani codici: 6a, 5c+, 6b ecc.. Questi sono i gradi utilizzati nell’arrampicata sportiva, ovvero combinazioni di numeri e lettere studiati per indicare la difficoltà di una via.

Non esiste differenza tra indoor e outdoor, ma esistono diversi sistemi che variano in funzione dell’area geografica e/o del tipo di arrampicata. Il sistema di classificazione alpinistico originale si è evoluto nella scala UIAA. Nel Regno Unito, le vie trad sono classificate su una scala elaborata che coinvolge sia la protezione che la difficoltà fisica. Il Sud Africa, l’Australia e la Norvegia usano sistemi semplici di numeri in ascesa, ma non solo allineati tra loro. “Che casino Nico!” Pota si.. c’hai ragione..

Per semplificarci la vita oggi vedremo solo i due sistemi principali utilizzati nell’arrampicata sportiva. Ovvero il sistema francese e il sistema dello Yosemite. Avremo modo di approfondire gli altri sistemi in qualche altro articolo.

Per quanto riguarda i sistemi per misurare e confrontare i gradi di difficoltà nel bouldering puoi approfondire con questo articolo: Gradi di difficoltà del bouldering

Il perchè dei gradi dell’arrampicata

L’arrampicata sportiva è una disciplina molto giovane che deriva dall’alpinismo. Per chi affrontava l’alta montagna era fondamentale capire a cosa sarebbe andato incontro. Era una questione di vita o di morte. Serviva la certezza di poter superare tutti i passaggi della via: ecco che nascono i primi sistemi di gradazione.

Con l’arrampicata sportiva il rischio e il pericolo si riducono al minimo, e con l’aumento della sicurezza gli arrampicatori si spingono oltre. Affrontando movimenti più duri, prese più piccole, inclinazioni improbabili e in sostanza vie più difficili. L’aumento della popolarità dell’arrampicata sportiva porta all’aumento anche delle vie scalabili e delle zone attrezzate in tutto il mondo. I gradi diventano quindi anche un metodo universale per confrontare la difficoltà delle vie.

Chi stabilisce il grado di una via?

In palestra il grado viene deciso dal tracciatore. Normalmente il tracciatore inizia il suo lavoro con l’obiettivo di tracciare un certo grado. Una volta terminato assegna il grado effettivo, ma può capitare che su suggerimento dei clienti o di altri colleghi il grado possa cambiare.

In falesia invece il primo che libera la via è colui che assegna il grado. Sulle vie più semplici, fatto salvo erosioni, crolli o altre modifiche della roccia, i gradi non si cambiano. Nelle vie più difficili invece sono più frequenti (o forse fanno semplicemente più notizia) i casi in cui un professionista ripeta il tiro aperto da un altro e proponga un grado più basso di quello iniziale.

Ciò che causa queste differenze di opinione sono fattori differenti. Le valutazioni sono sempre e comunque soggettive, anche se possono ottenere più o meno consensi. Le capacità di ogni singolo arrampicatore ne influenzano di fatto il giudizio.

Gradi di difficoltà dell’arrampicata sportiva.

Yosemite Decimal System (YDS)

All’inizio del 900 il Sierra Club, un club alpinistico della Sierra Nevada stabilì un sistema di 6 classi:

  • Classe 1: Semplice camminata su sentiero o superficie piana
  • Classe 2:Escursioni con ripide colline o semplici arrampicate; l’uso occasionale delle mani può essere utile
  • Classe 3: Arrampicata ripida con una certa esposizione; richiede l’uso delle mani ma può essere disceso con il corpo rivolto a valle
  • Classe 4: Ripido arrampicarsi o semplice arrampicata con esposizione; deve essere disceso verso l’interno ma spesso non richiede una corda
  • Classe 5: arrampicata ripida e tecnica che richiede l’uso della corda
  • Classe 6: arrampicata troppo difficile per essere eseguita senza l’ausilio di mezzi artificiali.

Quindi i gradi dell’arrampicata libera si trovano all’interno della quinta classe: 5.0, 5.1, 5.2, 5.3 … e così via. Un ‘+’ o ‘-‘ può essere aggiunto per indicare una via più facile o più difficile rispetto a quel grado, ma non sufficiente per spostare la valutazione di un grado completo. Ad esempio, una via di grado 5.7+ è più difficile di un 5.7 ma più semplice di un 5.8 o 5.8-.

Fino agli anni ’50 il grado più alto previsto dall’YDS era 5.9. Ogni volta che una via sembrava più difficile di 5.9 veniva semplicemente etichettata come “5.9+”. Perciò se hai intenzione di arrampicare in U.S.A. e ti imbatti una in via di 5.9+ liberata negli anni ’50… Alé Duro!

In seguito il sistema YDS venne esteso e si iniziarono ad utilizzare i decimali. 5.10, 5.11, 5.12 e così via, aggiungendo anche una lettera da “a” a “d” per complicare ulteriormente le cose. In questo modo però il sistema decimale dello Yosemite è sopravvissuto all’arrampicata sportiva corrente. Ora è un sistema aperto, con nuovi gradi aperti ai limiti superiori. Nel 2017 Adam Ondra ha liberato Silence, il primo 5.15 d.

Il sistema francese

Al di fuori degli Stati Uniti, gran parte del mondo utilizza il sistema di classificazione francese. Italia compresa. Poiché la maggior parte delle vie più difficili del mondo sono in Europa il sistema francese è ad oggi il più importate.

Così come il YDS anche il sistema francese utilizza numeri, lettere e il “+”. Ma non funziona con tutti i numeri allo stesso modo. Faccio un breve elenco per semplificare la comprensione:

  • al 1°, 2° e 3° grado non vengono aggiunte lettere e simboli
  • al 4° e al 5° grado si aggiungono le lettere “a” “b” “c”: 4a, 4b, 4c, 5a, 5b, 5c.
  • dal 6° grado in poi oltre alle lettere si aggiunge il mezzo grado sotto forma di “+”: 6a, 6a+, 6b, 6b+, 6c, 6c+, 7a ecc..ec..

Nel sistema francese, Silence è un 9c. 

Tavola di conversione: sistema francese vs. YDS

I gradi francesi per l’arrampicata libera non sono sempre allineati con l’YDS. La tabella che segue rende semplice comparare le difficoltà:

Gradi arrampicata sportiva: tabella di comparazione

Scaricala, portala sempre con te, condividila, stampala e appendila in camera. Ma ricordati che l’unica funzione che ha è quella di permetterti di orientarti in palestra e in falesia. Buona arrampicata!

Condividi

Check Also

Benefici dell'arrampicata sportiva. Workout full body

I benefici dell’arrampicata sportiva

I benefici dell’arrampicata sportiva sono molteplici. Chi pratica l’arrampicata sportiva migliora la propria forma fisica …

Miho Nonaka Bouldering

Fondamentali del bouldering: il footwork

Oggi parliamo di bouldering, e in particolare di uno dei suoi fondamentali: il footwork. Quando …

Rinviare

Come rinviare nell’arrampicata sportiva

Rinviare è una delle abilità fondamentali da acquisire per praticare l’arrampicata sportiva e non. Oggi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *