Home / Bouldering / Gradi di difficoltà del bouldering

Gradi di difficoltà del bouldering

Come ho già avuto modo di dire in diversi articoli precedenti, i gradi di difficoltà del bouldering e dell’arrampicata sportiva non sono altro che un metro di misura. Ciò che deve essere misurato con questi sistemi è la difficoltà dei problemi di boulder e delle vie di arrampicata sportiva. Il valore della persona non deve essere messo in discussione. Chiaro?

“I numeri sono senz’anima. Le persone hanno bisogno di andare oltre quella roba.” John Sherman – ideatore del sistema Hueco.

Bacchettone Mode: OFF. Ora, vediamo di capire qualcosa di più sui gradi nel bouldering. I due sistemi più comuni in uso oggi sono il sistema Hueco (comunemente noto come “Scala V”) e il sistema Fontainebleau (che qualcuno chiama anche “Scala dei caratteri”)

In Italia e in Europa utilizziamo il sistema Fontainebleau, partiamo dunque con questo.

I gradi del bouldering con la scala Fontainebleau

Storia

La scala Fontainebleau è il sistema per misurare i gradi di difficoltà del bouldering in uso in Europa.E’ probabilmente il primo sistema di misurazione ideato per il boulder. Come avrai intuito ha avuto origine in Francia, nella foresta di Fontainebleau. Non ho trovato date precise a riguardo, se qualcuno volesse illuminarmi è il benvenuto!

Spiegazione

La scala Fontainebleau utilizzata per il bouldering è molto simile alla scala francese in uso per l’arrampicata sportiva. Dai un’occhiata all’articolo della scorsa settimana se ti interessa l’argomento: Comparazione dei gradi di difficoltà nell’arrampicata sportiva.Anche la scala Fontainebleau infatti utilizza numeri, lettere e il segno “+”. Ecco come funziona in pratica

  • il grado 1 e 2 praticamente non esistono.
  • il grado 3 si trova raramente. Più o meno come un porcino nel mese di luglio.
  • ai gradi 4 e 5 può essere aggiunto un “+”, esistono pertanto il 4 il 4+, il 5 e il 5+.
  • a partire dal 6° grado invece il numero è sempre accompagnato da una lettera. Le lettere “A” “B” o “C” indicano una difficoltà crescente. Ad esempio un blocco di grado 6B è più difficile di uno gradato 6A.
  • sempre a partire dal 6° grado si può aggiungere il segno “+” dopo le lettere per indicare una difficoltà maggiore. Mi spiego meglio. Se un 7B è particolarmente duro per essere considerato un normale 7B ma è anche troppo semplice per essere considerato un 7C potrebbe essere grado 7B+. In questo modo che ha il coraggio di provare ad affrontare il blocco sa che si troverà davanti ad un 7B particolarmente incazzato.

Anche la scala Fontainebleau è un sistema aperto che consente di aggiungere gradi sempre più difficili a mano a mano che vengono liberati. Ad oggi i problemi di boulder più duri che sono stati risolti sono gradati 9A. Stiamo parlando di:

e di

  • No Kpote Only, chiuso da Charles Albert a Fontainebleau nel 2018
Charles Albert bouldering "No Kpote Only" 9A
Charles Albert bouldering “No Kpote Only” 9A

I gradi del bouldering con la scala V (o sistema Hueco)

Storia

La “V Scale” nasce negli anni 80 in Texas, nell’Heuco Tanks per mezzo di Hohn “Verm” Sherman e di alcuni amici boulderisti. “Verm” o “Vermin” era il soprannome di Mr. Sherman, uno delle persone più importanti nella storia del bouldering. E dall’iniziale di quel soprannome deriva il nome della scala.

In quegl’anni Sherman scrisse una guida che riportava centinaia di problemi di bouldering Di Heuco Texas. Il Chockstone Press si rifiutò di pubblicarla perchè nelle descrizioni mancavano le valutazioni del grado di difficoltà di ogni blocco. Sherman fu praticamente obbligato a trascorrere la stagione successiva a formalizzare la “V Scale” e a gradare ogni problema riportato nella guida.

In seguito alla sua apparizione su carta, il sistema Hueco riscosse molto successo ed iniziò ad essere utilizzato in tutto il Nord America fino a diventare oggi il sistema standard di gradazione dei boulder in U.S.A. e in altre parti del mondo.

Spiegazione

La scala Heuco è molto semplice da comprendere, c’è sempre la lettera “V” associata ad un numero:

  • ecco.. il primo grado è l’eccezione che conferma la regola. Il primo grado è il “VB”, dove la “B” sta per “beginner” ovvero principiante.
  • la scala vera e propria inizia da “V0” e da qui prosegue con numerazione crescente. Come può sembrare logico più alto è il numero associato alla lettera “V” maggiore è la difficoltà del blocco.
  • Fino a “V10” è possibile trovare il simbolo “+” o “-“. Anche in questo caso un “V7+” è più difficile di un “V7”  e più semplice di un “V8-“

“No kpote Only” e “Burdens of Dreams” sono classificati V17.

Nalle Hukkataival bouldering "Burden of Dreams" 9A
Nalle Hukkataival bouldering “Burden of Dreams” 9A – photo tratta dal blog di Nalle Hukkataival

 

Tabella di comparazione dei gradi nel bouldering: “V Scale” VS “Scala Fontainebleau”.

Gradi bouldering tabella di comparazione

 

Condividi

Check Also

Benefici dell'arrampicata sportiva. Workout full body

I benefici dell’arrampicata sportiva

I benefici dell’arrampicata sportiva sono molteplici. Chi pratica l’arrampicata sportiva migliora la propria forma fisica …

Miho Nonaka Bouldering

Fondamentali del bouldering: il footwork

Oggi parliamo di bouldering, e in particolare di uno dei suoi fondamentali: il footwork. Quando …

Rinviare

Come rinviare nell’arrampicata sportiva

Rinviare è una delle abilità fondamentali da acquisire per praticare l’arrampicata sportiva e non. Oggi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *