Home / Arrampicata sportiva / Deep water solo

Deep water solo

Il deep water solo è una delle forme più spettacolari di arrampicata. Tipicamente si pratica sulle scogliere a picco sul mare, ma esistono luoghi sia in Italia che all’estero dove è possibile praticare deep water solo anche su laghi e fiumi. I paesaggi sono tra i più suggestivi che si possono ammirare arrampicando.

deep water solo in Maiorca
deep water solo in Maiorca

Il concetto è semplice: arrampicare su roccia senza alcun tipo di protezione ma con la consapevolezza che in caso di caduta finiremo in acqua.

Visto da fuori il deep water solo può sembrare davvero eccitante ma basta cimentarsi in qualche semplice passaggio a strapiombo sull’acqua per ridimensionare la prospettiva. Di certo l’adrenalina è tanta, e una volta provato probabilmente non vorrete smettere. Tuttavia è bene non farsi trasportare troppo dall’emozione e documentarsi a dovere prima di intraprendere quest’avventura.

Il rischio di morte o infortunio è decisamente minore rispetto ad un normale free solo praticato su terra ferma, ma ciò non significa che il rischio non esiste. In questo articolo vedremo alcune semplici strategie per ridurre al minimo le possibilità di farsi male. Prestate attenzione quindi, e buona lettura.

Deep water solo: Presupposti

Dunque: non diamo nulla per scontato. Per praticare il Deep Water devi saper nuotare. “E va beh Nico! bravo.. ci voleva tanto”. No, non ci vuole tanto, ma è meglio mettere subito le cose in chiaro. Il DWS non si pratica nella piscina comunale, con il bagnino che osserva ogni tuo movimento e una comoda scaletta per poter uscire dall’acqua quando sei stanco e vuoi spaparanzarti al sole.

Photo by Sascha Matuschak on Unsplash
Photo by Sascha Matuschak on Unsplash

Per fare deep water devi saper nuotare bene. Non è insolito dover nuotare per raggiungere la base della parete da arrampicare, iniziare a scalare senza avere una zona di sosta o riposo, trovarsi a dare tutti se stessi in parete e poi volare in acqua con gli avambracci completamente ghisati. In quel momento, magari con il mare un pò mosso e la corrente contraria dovrai tornare a riva, dove ti attenderanno altri 2 o 3 metri di arrampicata per raggiungere la terra ferma.

Ma si! lo so che ci avevi già pensato 😉

Deep water solo: I pericoli

Conoscere i rischi a cui si va incontro praticando DWS è il modo migliore per evitarli ed eventualmente saperli affrontare.

Annegamento

Quando l’acqua occupa le vie respiratorie abbiamo l’annegamento. L’annegamento può avere 3 risvolti:

  1. Con una rianimazione tempestiva la situazione si può risolvere senza danni.
  2. Se la rianimazione non avviene nei primi minuti si possono riportare danni celebrali.
  3. Morte.

Saper nuotare e avere una buona resistenza non basta a garantire la nostra incolumità. Praticando deep water solo esistono alcune situazioni che possono mettere a rischio di annegamento anche un atleta olimpico.

Schock termico: l’esposizione improvvisa all’acqua fredda, ovvero sotto i 20°, può causare respiro accelerato, che a sua volta può causare panico e persino un arresto cardiaco. I battiti cardiaci accelerati possono causare anche perdita di conoscenza. Pertanto bisogna mantenere la calma, controllare la respirazione e tenere la testa fuori dall’acqua. Sapere che la respirazione accelerata è una reazione normale all’acqua fredda dovrebbe permetterti di controllare il panico. Dopo il primo minuto il corpo si abitua alla temperatura e avrai tutto il tempo di raggiungere la riva. L’ipotermia arriva dopo 15-30 minuti, quindi hai tempo, ma non prenderla troppo con calma perché l’ipotermia porta al raffreddamento di gambe e braccia riducendo la capacità di nuotare e uscire dall’acqua

Photo by Cristian Palmer on Unsplash
Photo by Cristian Palmer on Unsplash

 

Trauma: una caduta in acqua da 10 metri o più, è una bella caduta. Esiste una posizione da tenere per entrare in acqua limitando i danni e la vedremo tra poco. Tuttavia una caduta imprevista e incontrollata può causare lesini a testa, collo, occhi e orecchie. Nei casi più sfortunati potremmo anche svenire o riportare danni alla schiena che limiterebbero o ridurrebbero a zero la nostra capacità di nuotare. Volendo proprio essere pessimisti diciamo che esiste anche la possibilità di andare a sbattere contro qualcosa sotto il pelo dell’acqua. In questo caso si può essere anche abbastanza sfigati da restare incastrati in pante o rocce sommerse e quindi oltre a riportare una lesione, affoghiamo pure. Ok, qui una toccatina te le concedo. Concluderei questo paragrafo sui traumi ricordando inoltre che così come per l’arrampicata libera, anche cadendo mentre fai deep water solo potresti riportare fratture di piedi, caviglie e gambe. Alè!

Zona di atterraggio

Tanto per iniziare controlla l’altezza dei livello dell’acqua prima di arrampicare. E’ importante tenere monitorato questo aspetto perché la marea e le correnti possono modificare in modo considerevole il livello dell’acqua anche in poco tempo  (3 – 6 ore). Quindi identifica i pericoli sommersi. Rocce, piante, il Titanic ecc.. Anche i fondali marini sono sempre in movimento. Quindi occhi aperti.

Se il livello dell’acqua è troppo basso e il rischio di urtare qualcosa di sommerso è tangibile, cerca un’altra parete.

deep water solo Maiorca
deep water solo Maiorca

Vie di uscita dall’acqua

Come ho accennato nella prima parte dell’articolo, non sempre l’ingresso e l’uscita dall’acqua sono semplici. Ad esempio esistono scogliere in cui è previsto di disarrampicare per più di 20 metri su pareti di quinto grado per raggiungere la partenza delle vie e dove l’unico modo per tornare sulla terra ferma è chiudere quelle vie. Quindi, prima di tuffarti, verifica sempre in che modo uscirai dall’acqua. Puoi piazzare delle corde per aiutarti o eventualmente prevedere un gommone o un pedalò sul quale riposare tra una via e l’altra. Oltretutto questo ti permetterà di raggiungere comodamente la riva a fine giornata.

Mare calmo e mare mosso

Entrambe hanno aspetti positivi e aspetti negativi. Nuotare in mare calmo è più facile, ma l’impatto con la superficie dopo una caduta da un’altezza considerevole sarà violento.  Al contrario, il mare mosso rende più dolce l’impatto con l’acqua dopo una caduta, ma ti renderà la vita difficile quando dovrai nuotare per raggiungere la riva e uscire dall’acqua. Tieni in considerazione anche questo aspetto quando scegli la tua parete.

Come cadere in acqua

Il miglior modo per evitare infortuni  è cadere in acqua nella posizione corretta. La posizione classica prevede che l’ingresso avvenga con i piedi uniti, le braccia distese lungo il corpo e lo sguardo all’orizzonte. Lo sguardo all’orizzonte è importante per evitare che ti sbilanci. Guardando in giù inoltre potresti farti male al volto o agli occhi.

Conclusione

Il deep water solo è un tipo di arrampicata che non si può non provare. I pericoli sono tanti ma con un pò di sale in zucca si può comunque praticare senza incorrere in grossi rischi. Per iniziare scegli una parete con un accesso facile. Arrampica su gradi ampiamente nelle tue possibilità in modo da evitare cadute inaspettate. Non aspettare di essere a 15 o 20 metri di altezza per fare il tuo primo tuffo. Fai pratica partendo da 5 o 6 metri e lentamente alza il tiro.

Anche se non serve un compagno per assicurare, è meglio praticare DWS sempre in presenza di altri climbers. Prendi l’abitudine di osservare la caduta dei tuoi compagni, in modo da poter intervenire tempestivamente se qualcosa dovesse andare storto. Non succederà mai, ma se dovesse capitare mantieni il sangue freddo e chiama i soccorsi. A questo proposito tieni a portata di mano numeri di telefono, indirizzi, posizioni GPS e quant’altro possa essere utile, specie se ti trovi all’estero.

Bene! dove hai intenzione di provare l’ebrezza del Deep Water quest’estate? io ho prenotato una settimana a Maiorca, ci vediamo la?

Curiosità

Pont d'arc. Francia. Deep water solo Chris Sharma
Pont d’arc. Francia

Come dicevo nell’introduzione il deep water solo può essere praticato anche su laghi e fiumi. Chris Sharma per esempio ha liberato nel 2017 una bellissima via sul fiume Ardèche, in Francia.  La via è un 8b+ da 30 metri di altezza. L’impresa è stata ovviamente documentata. Se sei curioso segui questo link: Chris Sharma deep water solo Pont D’Arc. Buona visione

 

Condividi

Check Also

Come tenere le svase. Mano aperta

Come tenere le svase

Maledette Svase! Se anche tu ti stai chiedendo come tenere le svase, benvenuto nel club! …

Arrampicata: Josh Lowy Angel Lancio Photo By Eric Chung

Arrampicata e boulder: cos’è un lancio e come eseguirlo.

Il lancio è una tecnica di arrampicata che oltreoceano chiamano “dyno”. Viene utilizzata più frequentemente …

Scegliere il tipo o forma delle scarpette da arrampicata

Come scegliere le scarpette da arrampicata: consigli

Scegliere le prime scarpette da arrampicata è un momento emozionante per ogni arrampicatore. La ricerca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *